lunedì 9 aprile 2018

L’Ospite è sacro nell’Arte! Un altro mondo è possibile nella Casa degli Artisti a Gallipoli e attraverso l’arte di Giorgio De Cesario. Intervento di Stefano Donno























Penso che esista una necessità di allocare l’arte in luoghi dove armonia, gusto e attenzione per i particolari si uniscano alchemicamente in formule che uniscano relax e cultura. Lo esige la godibilità della poiesi estetica, performativa e culturale. Ma soprattutto il luogo deve essere oltre che sentirsi spazio sacro, lontano anni luce dal quotidiano profano e disattento. Ed ecco  che qualche giorno fa in occasione della presentazione del lavoro editoriale (uscito per i Quaderni del Bardo Edizioni) di Roberto Shambhu Al di qua delle palpebre, ho avuto modo di entrare in un vero e proprio tempio dell’arte all’ingresso di Gallipoli: il Bed and Breakfast “ La casa degli artisti” di  Giorgio e Maria Cristina De Cesario. Una struttura di circa mille metri quadrati dove poter fare, comunicare ed esporre arte a pochi passi dal mare, dal centro storico e dalle vie della movida gallipolina, presso Villa Maritati De Cesario, in una villetta anni ’50 totalmente ristrutturata. La casa museo in cui vive ed opera l’artista Giorgio De Cesario è dotata di tutti i comfort ed attrezzata per accogliere i turisti con la formula del bed & breakfast.  Non entrerò nello specifico descrivendo le sorprese artistiche che il posto può offrire, ma devo dire con assoluta sincerità e molto stupore, quanto veramente la Storia dell’Arte e della Letteratura contemporanea mondiale siano narrate con meticolosità e gusto dagli interventi creativi di Giorgio De Cesario: da Leonardo Da Vinci, a Gabriele D’Annunzio, a Vincent Van Gogh. Il Sacro dell’Arte ha trovato il suo posto in questa gigantesca Wunderkammer salentina ormai conosciuta a livello mondiale. Giorgio De Cesario oltre ad essere un ottimo padrone di casa, è un artista che ama provocare con le sue opere come lo attesta l’ultima produzione “Dall’attualità al fantasy – un progetto alienista” dove crea una fitta rete di mitopiesi narrative per immagini, che vanno dal tragico caso Scazzi sino al fulmine che colpì il Vaticano quando Papa Ratzinger lasciò il soglio pontificio.  Il gesto iconico e di prospettiva del Maestro Giorgio De Cesario tende puntualmente all’esagerazione nel formale, mentre la policromìa ordinata per campi di superficie estesi, costruisce idee astratte ottimali per entrare in nuovi mondi. Il motivo non è distorcere la realtà, ma comunicare che la Realtà l’artista saggio e consapevole, può modificarla entrando nel movimento ALIENISTA, un libero movimento artistico culturale che vuole ridare respiro e creatività oltre la deriva del contemporaneo. Su questi presupposti  mi dichiaro favorevole ad essere non più alienato, ma di voler entrare nell’ALIENISMO.  Provare per credere!!!

Info link Bed and Breakfast La Casa degli Artisti - https://www.lacasadegliartisti.it/
Info link Giorgio De Cesario - http://www.giorgiodecesario.it/


Nessun commento:

Posta un commento

CreAttività : ... un elogio, un incanto di Donato Di Poce

“Traggo spunto da una frase di Manuela Franco, estratta dalla sua intervista, per presen...